Angoscia da fase 2: #iorestoacasa ancora un po’

Fase 2 con bambini

A me la fase due mette un’angoscia… Avevamo appena (forse) imparato a gestire la reclusione e ora non so cosa aspettarmi.

Avevamo ottenuto il bonus babysitter e avevamo trovato anche un super Mary Poppins. Arrivato supercalifragilisticamente con il vento dell’Est (ovvero dalla Tuscolana).

Avevamo imparato a gestire i bambini, il lavoro, la spesa, una qualche forma di pulizia della casa senza dare (troppo) di matto. E ora non so cosa accadrà. Ho paura che molte aspettative che avevamo per il dopo-lockdown saranno deluse.

Il Picinin (2 anni e mezzo) sognava l’altalena, “a me piace andare al parco giochi, no a buttare l’immondizia”, mi ha detto l’altro giorno. Dovrà aspettare ancora.

Piccolè (5 anni) è entrata, invece, in fissa con il luna park e, con la sua capacità di ossessione, chiede quando riapriranno tutti i giorni. Vuole andare con le sue amiche e il nonno. “Tu, mamma, puoi venire soltanto se dici a tutto sì”, si è inventata con mio papà. Meno male che non se ne parlerà per un sacco di tempo.

A. invece sogna solo di andarsene in campagna, anche perché vicino a casa dei nonni abita la sua amante telematica, una collega (peraltro molto simpatica) con cui ha passato il lockdown a messaggiarsi su qualsiasi cosa. Ha anche un soprannome carino con cui l’ha registrata in rubrica (mentre IO sono salvata con cognome e nome).

Quanto a me, non saprei neanche che cosa desiderare. Una notte ho sognato che ero in barca lungo un fiume in America Latina con la mia amica A. Solo che, nel sogno, c’era Melania Trump che stava lì con noi e ci dava troppo sui nervi. Sono incontentabile.

Nella foto, il picnic per il mio compleanno sul tetto del palazzo, da sola con i bambini in una giornata di smart work (un secondo dopo la foto sarebbe arrivata una telefonata urgente). Un delirio, è esploso anche un bicchiere di vetro che aveva voluto portare Piccolè, ma comunque una festa che non dimenticherò. E intanto domani tornano in carica anche i nonni, per qualche passeggiata con mascherina! Si salvi chi può.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.