Bimbi e tutta la magia del treno di Natale

Treno di Natale

A cinque minuti dalla mezzanotte del 24 dicembre saliremo sul treno del Natale.

Ci siamo decisi a mettere un po’ di magia nel viaggio per andare a trovare i parenti nordici e così abbiamo comprato i biglietti per il treno notturno diretto a Milano.

Viaggiare in vagone letto è un vecchio sogno di Piccolè, e da quando ha visto il film Polar express ancora di più. Così abbiamo deciso di farle una sorpresa e metteremo sotto l’albero, alla vigili,a un Biglietto dorato per il treno di Natale.

Quello che non mi aspettavo è che anche il Picinin si sarebbe appassionato così alle ferrovie. E invece… in via della Croce (metro Spagna), c’è un negozio con giostre e carillon di Natale di ogni tipo, oltre ad alberi e decori. E il bambino è rimasto incantato a gridare “treno! treno!” a un trenino che girava su uno degli allestimenti. Molte meno attenzioni ha ricevuto il Babbo Natale robot parlante di due metri lì a fianco, che era solo “il signore che canta”.

La leggenda del treno di Natale

Da allora mi sono accorta di quanto il treno di Natale sia uno dei simboli delle feste, è quasi onnipresente tra giostre e mercatini. Solo che non sono riuscita a trovare l’origine di questa tradizione. Forse è meno antica di quanto sembra, e nasce nel 1985 con il libro The Polar Express di Chris Van Allsburg, da cui è tratto il film di Zemekis.

Il libro racconta la storia di un bambino che ha paura di essere diventato troppo grande per credere a Babbo Natale quando, la notte della Vigilia, un treno speciale arriva davanti a casa sua e lo fa salire a bordo. È diretto al Polo Nord dove, dopo strani incontri e avventure scavezzacollo, i suoi piccoli passeggeri incontreranno Babbo Natale e lo saluteranno prima che parta con la sua famosa slitta. Qualcuno conosce storie più antiche?

Si accettano consigli su per la notte in treno (che non sarà un nobile treno a vapore ma uno scalcagnato Intercity notte). Come renderla un po’ magica lo stesso?

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.