New York low cost: 5 trucchi per risparmiare

New-York low-cost

New York è una delle città più amate al mondo, e anche una delle più care. Eppure, con qualche trucco low-cost, i costi di una vacanza nella Grande mela diventano abbordabili.

Un esempio? Ho appena trovato, su Piratiinviaggio.it, un’offerta per un volo diretto e cinque notti in un albergo di Manhattan a quattro stelle da 455 euro, niente male.

Trucchi per risparmiare in viaggio a New York low cost: ecco come fare

Partire in bassa stagione

Il segreto numero uno per risparmiare in vacanza è evitare l’alta stagione. Per andare a New York questo significa scegliere il periodo tra la fine di gennaio e l’inizio di marzo. Il clima è un po’ rigido, ma i prezzi dei voli e delle camere d’albergo si abbassano di molto. E, poi, c’è la possibilità che la città sia imbiancata di neve, ancora più affascinante.

Dormire fuori Manhattan (e avere un angolo cottura)

Un altro aspetto chiave per limitare i costi di un viaggio a New York è scegliere un alloggio fuori dal centro, ma ben collegato. Allontanandosi da Manhattan, i prezzi di appartamenti, ostelli e hotel crollano. Noi abbiamo deciso di dormire in una guesthouse a Brooklyn, su Manhattan Avenue, con la metropolitana in 20 minuti eravamo a Union Square, in pieno centro.

Abbiamo trovato molto utile anche il fatto di avere a disposizione un angolo cottura, che abbiamo usato soprattutto per fare colazione e per qualche cena lampo. Anche così, è stato un bel risparmio visto che per prendere al bar cappuccino e un dolce tipo muffin si spendono in genere 5-7 dollari a testa.

Sfruttare appuntamenti gratuiti e le offerte bimbi gratis

Il calendario di attività per famiglie di New York è ricchissimo e molti sono gli appuntamenti gratuiti. Vale sempre la pena di consultare siti come TimeOut, che ha sezione speciale dedicata ai bambini, e blog.

Il mio blog preferito per la Grande mela è MommyPoppins.com che elenca anche i musei e le principali attrazioni che hanno offerte per bimbi gratis e i giorni in cui sono gratuite per tutti. Qualche esempio?

  • Al Moma c’è l’ingresso libero per gli adulti tutti i venerdì pomeriggio dopo le 16, mentre bambini e ragazzi fino a 16 anni non pagano mai.
  • Al Guggenheim, invece, la domenica dopo le 17 il biglietto è a offerta libera per gli adulti (i bambini sotto i 12 anni, invece, entrano sempre gratis).
  • Il Memoriale dell’11 settembre è gratis il martedì dopo le 17.
  • Mentre al Museo di storia naturale, quello del film Una notte al museo, c’è la formula pay-as-you-wish (paga quanto vuoi).

Altre grandi attrazioni gratuite come il ponte di Brooklyn, il Rockfeller center, le gallerie di Chelsea e i parchi, da quelli più famosi come Central Park a quelli più innovativi come l’Highline.

Usare abbonamenti e pass turistici

Una buona strategia per risparmiare sono anche gli abbonamenti per i mezzi pubblici, che sono il mezzo più economico e spesso (visto il traffico e il parcheggio impossibile) anche il più rapido per spostarsi in città. Per esempio, il 7-day unlimited pass consente viaggi illimitati su metropolitana e autobus per una settimana e costa 32 dollari (conviene se uno pensa di usare i mezzi almeno un paio di volte al giorno, il singolo biglietto costa infatti 2,75 dollari).

Noi abbiamo poi scelto di utilizzare una specie di abbonamento per sei delle attrazioni principali della città, il Citypass, che consente di pagare gli ingressi con uno sconto del 40% e saltare la coda alle varie biglietterie. Il costo complessivo rimane comunque salato (126 dollari invece di 217) per vedere:

  • Empire State Building,
  • Museo americano di storia naturale,
  • The Metropolitan Museum of Art,
  • Top of the Rock Observation Deck  oppure  Museo Guggenheim,
  • Statua della Libertà ed Ellis Island  oppure  Crociere Circle Line,
  • Memoriale e Museo dell’11 settembre   oppure  Intrepid Sea, Air & Space Museum.

Ha funzionato molto bene e ci ha permesso anche una serata speciale con la salita notturna alla cima dell’Empire state building con una delle viste più belle della città.

Andare a caccia di coupon

Un modo molto americano di risparmiare è poi andare a caccia di coupon con offerte speciali. Per capire di che cosa stiamo parlando basta guardare una puntata di Pazzi per la spesa, il programma di Realtime che mostra una gara a chi riesce a risparmiare di più grazie a questi buoni sconto.

Dove si possono trovare coupon per una vacanza a New York low cost? Online li offrono tantissimi siti a partire da Groupon e CityguideNy.com, ma anche alcuni negozi (come l’outlet Woodbury) li danno a chi si registra sul sito o li distribuiscono all’ingresso. Esiste poi un libro, Entertainment Book 2019, che funziona praticamente con un raccoglitore di offerte speciali.

Per assistere agli spettacoli di Broadway a prezzo di saldo, infine, il trucco è rivolgersi al botteghino il giorno stesso dello spettacolo, nella speranza di trovare un’offerta last minute.

Summary
New York low cost: 5 trucchi per risparmiare
Article Name
New York low cost: 5 trucchi per risparmiare
Description
Come organizzare una vacanza low cost a New York. Cinque trucchi per risparmiare dall'alloggio fino alle offerte bimbi gratis e dove trovare i coupon
Author
Publisher Name
ComeCalamity.it
Publisher Logo

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.