La vendicatrice

Al mare a pochi chilometri da Roma, dove Piccolé passa l’estate con i nonni, come a suo tempo abbiamo fatto io e gli altri bambini della famiglia, mentre i nostri genitori facevano avanti e indietro dalla città per lavoro, come facciamo noi adesso. Ci troviamo a passeggiare, una delle prime sere, per la “rotonda” con mia cugina e i nostri figli. Lei saluta tutti i passanti con grandi smancerie. Io mi sento un po’ spaesata, sono abbastanza convinta di non averli mai visti prima.

– Ma come fai a conoscere tutti? Sei qui solo da qualche giorno.

– Guarda che li conosci anche tu. Ci siamo cresciute insieme. Solo che un tempo ci facevi a botte. Picchiavi durissimo.
Affiorano vaghi ricordi, roba molto coatta di guerra tra bande di mocciosi, una vita fa. Speriamo che Piccolé non scopra mai il passato da vendicatrice assatanata della mamma. Comunque sono sicura di aver avuto i miei buoni motivi, anche se non ricordo bene quali erano.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.