Scambisti

– Qui in Pakistan tutto bene, sono arrivata ieri a Islamabad tra una settimana raggiungo la mia missione. Tu che racconti di bello?
– Giorni di grandi emozioni. Piccolé ha iniziato a dire Gaga Baba Buba e non sta zitta un minuto.

– Ti ho chiamata ieri alle 10 e mezza per uscire, ma non hai risposto.
– Mi sa che ero già a letto (e da mò).

– Sto facendo shopping sfrenato che lunedì mi trasferisco per tre mesi a New York, vieni a trovarmi e ci diamo alla pazza gioia?
– Piccolé, molla il telefono. Mamma sta parlando un attimo. Dai, ti dò le chiavi. Guarda che belle le chiavi. Mollaaaa!

– Mi sa che giovedì vado a uno swap party*. Lo so che il nome fa pensare a un afterhour tra operatori di borsa cocainomani, ma invece sono incontri tra mamme dove…
– Li conosco! Ho capito è quando le mamme si vedono… E si scambiano i figli!

Tra le amiche con e senza prole la comunicazione è a dir poco complicata. All’improvviso la compagna di mille avventure sembra un animale strano, con modi di fare, di parlare, di vestire e di pensare apparentemente astrusi. Però non è male l’idea delle feste per scambiarsi i bambini (per un po’). Della serie:

Cedo maschio di 4 mesi ciuccio-munito, dorme 8 ore ma non mangia un tubo.

Coppia italofrancesce cerca femmina di 6 mesi svezzata, anche molto mattiniera, preferibilmente gattonante.

Scambio femmina 8 mesi nottambula, bella presenza, con maschio stessa età appassionato di ninnananne. No perditempo.

Sarebbe un modo per scoprire se il bambino perfetto che mangia-dorme-e-non-fa-un-capriccio esiste davvero. E se anche esiste, se non è comunque mille volte meglio stare con il proprio imperfettissimo bebè da molto molto imperfettissima mamma.

* Gli swap party sono incontri per scambiare vestitini e oggetti per neonati che non si usano più. Una specie di zuffa selvaggia all’ultimo body

Ti potrebbe interessare anche

4 commenti

  1. Sono ancora nella stessa casa. Situazione di stallo nel trasloco rimandato. Spero passi presto.

    Per i capricci dei neonati, c'è poco da fare (almeno così la penso io). L'importante: sii furba! Non farti prendere dal panico e nemmeno in giro che quei nanetti son furbissimi! ;P
    Quando lei spalanca la bocca ed urla disperata, abbracciala, rassicurala, parlale da vicino, all'orecchio spiegando le tue fondatissime ragione per non farla cuocere al sole! (alcune mamme spiegano un bel nulla e dimenticano che i piccoli non sanno PARLARE ma capiscono più di quanto riusciamo ad immaginare! E' una procedura un pò lunga ma della serie provare per credere!

  2. Ahahah! Grazie, Luciana. Come va con la casa nuova? Piccolé sta benissimo, ogni giorno impara qualcosa di nuovo. Abbiamo passato ieri sera a cantare e ballare Ba Ba Ba Bababuren (Barbara Ann dei Beach boys). Dorme sempre tanto, 12-13 ore a notte, ma ora si sveglia ogni 3-4 ore al massimo e vuole la tetta (lo svezzamento procede un po' a rilento). L'altro punto interrogativo sono i primi "capricci" che non sappiamo bene come gestire (della serie voglio stare al parco sull'altalena anche se è infuocata e sono già diventata viola). Ma ci prenderemo la mano

  3. Piccolè come va? Dorme quante ore a notte? Te lo chiedono quasi tutte le altre mamme di neonati, vero? 😀
    I discorsi con le amiche cambiano già dalla gravidanza…
    le mie amiche hanno fatto i figli ben 3-4 anni dopo di me e qualcuna ci sta ancora pensando, ho dovuto confrontarmi con la bimba e inventarmi soluzioni che ora fornisco alle amiche all'occorrenza. Te la caverai benissimo da pioniera. Buone cose a voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.