Una settimana senza smartphone: disconnessione (poco) felice

Disconnessione da smartphone

Voglio tranquillizzare tutti che sono viva e sto bene. Torno on line dopo una settimana (quasi) senza smartphone e posso confermare che si sopravvive, in qualche modo. È successo che martedì scorso all’improvviso l’iPhone, senza ragione apparente, ha smesso di funzionare. Nei giorni successivi, in attesa di trovare un sostituto, ho sperimentato varie forme di disconnessione e isolamento social(e).

Continue Reading

Posti stupendi a Roma dove lavorare, studiare o perdere tempo sul web

Bar dove lavorare a Roma

 

Vietato lavorare da casa. La capacità di concentrazione di una neo-mamma in una casa con panni da lavare, frigo da riempire, giochi in ordine sparso e incombenze domestiche varie è pari a zero o poco più. Non c’è niente da fare.

È così che anche sotto la pioggia ho deciso di prendere il computer e uscire, quando dovrei lavorare “da casa”. La mia musa è stata una mamma della scuola di Piccolé, che fa la giornalista precaria come me. L’ho incrociata in un giorno assolato di gennaio al tavolino di un bar del quartiere, con il suo computer e una tazza di tè. Ho deciso che sarebbe stata la mia musa per il ritorno al lavoro.
Continue Reading

Ritorno al lavoro, attenta a ciò che desideri

Ritorno al lavoro in stampelle

Il mio ritorno al lavoro dalla maternità sembra colpito da una maledizione. Il primo giorno diluvia e grandina. Il secondo c’è sciopero alla scuola di Piccolé e la bimba resta a casa. Il terzo giorno il papà parte per Milano. Il quarto giorno c’è lo sciopero dell’Atac e – come ti sbagli – mi tocca scapicollarmi dall’altra parte di Roma a tempo di record. Il quinto giorno si rompe il tiralatte, un antico nemico, e inizia a risucchiare il latte verso il motore spruzzando da tutte le parti.

Continue Reading