Notti di incubi dei bambini

Incubi dei bambini

L’impavida Piccolè ha iniziato a fare incubi notturni, a quattro anni. Proprio lei, che sembra non aver paura di niente.

“Mamma, ma i ladri esistono davvero?”, mi chiede una sera, prima di addormentarsi. A furia di sentire storie di fate e unicorni, ha le idee un po’ confuse su cosa sia reale e cosa fantasia. Comunque sembra agitata, provo a tranquillizzarla dicendo che i ladri esistono ma non deve essere spaventata perché è al sicuro. Ci sono i poliziotti che trovano i ladri e li mettono i prigione. Dopo cinque minuti è di nuovo in piedi. “Hai ancora paura dei ladri?”, le faccio. “No… dei poliziotti”.

Continue Reading

La maledizione del figlio unico

Papà figlio unico

La mamma ha dato i suoi giochi a dei bambini e loro li hanno rotti. Lui è ancora indignato di come sua madre abbia potuto prendere la sua collezione di puffi e darla ad altri senza neanche chiederglielo. Avrebbe detto di no, certo, del resto si è visto come è finita: quelli hanno spezzato la canna da pesca di puffo pescatore, proprio uno dei suoi preferiti. E poco importa se “lui” ha 42 anni e gli “altri” siano i suoi stessi figli. A. è un figlio unico e lo sarà per sempre, la condivisione non è il suo forte.

Continue Reading