Diventare mamme è da sfigate?

Diventare mamma

Diventare mamme è da sfigate? Me lo domandavo leggendo due post, quello di Mauri di Disordinary family dove rivendica di non essere un “tipo materno” e quello di Riccarda Zezza “Perché essere madri è una scelta cool” su Alley Opp. Non c’è niente da fare: per quante mamme rock, in carriera, super sportive o glamour ci siano in giro, l’immagine della mamma italiana è sempre quella sforna-crostate anni Cinquanta.

Ci credo che poi diventare mamma faccia paura. Un po’ è anche colpa di noi mamme. Per esempio mi accorgo che dico sempre le stesse tre cose alle mie amiche:

  • sono stanca (e ci credo bene, non dormo da mesi),
  • i bimbi sono sempre ammalati (come darmi torto, il Picinin ha avuto quattro otiti in due mesi)
  • non ho tempo per fare niente, o quasi (verissimo).

Paura di diventare mamma: quello che le madri non dicono

Non racconto mai, però, di com’è bello essere una mamma, del cuore pieno di gioia quando torno a casa dai bambini o di quanto ridiamo insieme. Me lo faceva notare mia sorella, e lo raccontavo in Convincere la zia a non avere figli in meno di 12 ore. Forse è qui l’errore.

Ci pensavo l’altra sera, quando una mia amica di Milano è passata a trovarmi a casa. “Sembra di essere a via Ampere!”, ha detto ricordando i tempi dell’università e la mia casina dove ci rintanavamo a chiacchierare o fare festa. Mi è sembrata una grande vittoria.

Un secondo prima che entrasse avevo liberato il tavolo da pranzo dalla montagna di giochi e colori dei bambini per poter fare un aperitivo, prima di uscire tra ragazze. Intorno c’era il solito delirio ma, in effetti, anche la mia casa di Milano era abbastanza un disastro.

Sono stata contenta che ci fosse il ghiaccio in freezer (pronto per qualche capocciata dei bambini) , le olive (una passione di Piccolè), un po’ di Aperol e una bottiglia di prosecco in frigo, che non mancano mai. I pupi ci saltellavano intorno, allegri e curiosi. Sembravano agenti segreti tipo Baby boss, quello del film, in missione segreta per convincere il mondo ad amare i bambini (e le loro mamme).

“Devi fare il terzo figlio, ti vengono troppo bene, mi smuovono l’utero!”, ha detto la mia amica, ben contenta della sua vita senza marmocchi. Ed è proprio qui che sono ricaduta nei miei tre argomenti preferiti sulla maternità: ma io ho sonno! Sono sempre ammalati! E già così non ho tempo per fare niente! Sono incorreggibile.

Con questo articolo partecipo al concorso #unblogalmese del mese di febbraio 2019 indetto dal blog Trippando.

Summary
Diventare mamme è da sfigate? Tra paure e stereotipi
Article Name
Diventare mamme è da sfigate? Tra paure e stereotipi
Description
Per quante mamme rock, in carriera, sportive o glamour ci siano, l'immagine della madre è sempre quella anni 50. Ci credo poi che diventare mamma faccia paura
Author
Publisher Name
ComeCalamity.it
Publisher Logo

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.