Notti di stelle cadenti (e di fughe)

Migliori notti di stelle cadenti

Narra la leggenda che due amici, una notte, andarono a dormire in auto pur di sfuggire al russare di A. Il Picinin, a otto mesi, lo già ha battuto. Fa così tanto casino in queste notti che, già per tre volte, l’amico con cui dividiamo una casa al mare dorme in pulmino pur di non sentirlo. Si mette il cuscino sotto al braccio e dirige verso il parcheggio.

Io un po’ vorrei sprofondare, ma un po’ lo invidio allo stesso tempo. Immagino la calma del vecchio furgone di mio papà, il rumore del vento e nient’altro. Pochi metri quadrati, ma di pace completa. E senza bambini.

Dormire. Dopo notti e notti insonni non riesci a pensare ad altro. Sono notti di stelle cadenti. In questi giorni senza luna, subito dopo la notte San Lorenzo, dovrebbe esserci una pioggia di perseidi. Io mi aggrappo stretta al mio desiderio.

Ps Il momento con più stelle cadenti del 2018 sembra che sarà tra il 12 e il 13 agosto, pronti con il naso all’insù?

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.