Mamma viaggia da sola: in Liguria con le amiche

Mamma in viaggio con le amiche a Santa Margherita Ligure

 

La mamma è in viaggio da sola. Per la prima volta da quando è nato il Picinin, otto mesi fa, sono partita senza famiglia al seguito. Si sposa la mia amica che vive a Madrid e non potevo perdermi l’addio al nubilato. I bambini stanno con il papà, felice di goderseli da solo in “un no rules weekend”. Se A. è un po’ terrorizzato, lo nasconde bene.

Io faccio rotta su Santa Margherita Ligure insieme alle mie amiche. Sembra un viaggio nel tempo, indietro di dieci-quindici anni fino ai tempi dell’università, a Milano. La sposa non può crederci che sono riuscita a venire. Io sono felicissima, e in realtà da quando sono mamma ho ancora più bisogno di una fuga con le amiche, una volta ogni tanto.

Alba con le amiche a Santa Margherita Ligure


Le ore passano tra scherzi e chiacchiere, focacce e bevute, balli e giochi fino all’alba, quando finiamo in acqua per un ultimo bagno al mare. È bello perdere il sonno così, mentre il giorno si accende di rosa. Dormiremo più tardi, in spiaggia. Mi sento tornata ragazzina, ma qualcosa è cambiato. E non solo per l’odiato tiralatte che è venuto con me perché altrimenti le tette mi esplodono.

Mamma che allatta in viaggio
Composizione di una mamma che allatta dopo 24 ore di distanza dal bambino

Mamma viaggia da sola. Cinque differenze tra prima e dopo di avere figli

La valigia per un viaggio con le amiche

Prima dei figli – Porto tre costumi, il copricostume, questi vestiti per il giorno, questi per la sera, le infradito, i sandali con il tacco, le Birkenstock, la crema per il sole e quella per i capelli, i trucchi…
Dopo i figli – Riempio lo zaino in trenta secondi di orologio. Mi compiaccio di quanto sia piccolo, stavolta che non mi servono pannolini e biberon. Peccato che dimentico di tutto… persino il costume da bagno.

Il viaggio in treno con le amiche

Prima dei figli – Che fastidio questo bambino che continua a piangere e strillare!
Dopo i figli C’è un bambino che urla? Quale bambino? Non me ne ero neanche accorta. Si riposa così bene qui a bordo. Anzi, quasi quasi mi faccio un pisolino.

Il lettone dell’albergo

Prima dei figli – Dai, facciamo le amichette che dormono insieme! Così chiacchieriamo fino ad addormentarci.
Dopo i figli – Per una volta ho un letto tutto per me. Solo per me. E nessuno che ci si intrufola dentro alle ore più impensate. Questa sì che è vacanza!

La spiaggia

Prima dei figli – Qui c’è gente, proviamo ad andare un po’ più in là. Guarda quegli scogli laggiù, se troviamo un modo per raggiungerli ci saremo solo noi e il mare.
Dopo i figli – Troppo comodo questo lettino superaccessoriato in quinta fila! Si riesce a vedere anche una strisciolina di blu lì in fondo. E chi mi ammazza?

Il bagno di notte

Prima dei figli – Chi si tuffa per ultima paga da bere! E via in acqua tutta vestita.
Dopo i figli – Ma non ho niente per asciugarmi e nemmeno un cambio per i vestiti. I capelli poi non mi si asciugano più. Non devo ammalarmi. Non devo ammalarmi. Non devo ammalarmi. Com’è bella l’acqua… ma chi se ne importa, io mi tuffo nuda. Splash!

 

Vacanza di una mamma tra ragazze

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.