Come (non) addormentare i bambini?

Mamma prova ad addormentare i bambini

Negli ultimi mille giorni ho passato così tante serate a cantare per Piccolè che mi merito come minimo un Grammy. Ho raccontato così tante storie da perdere la voce. Ho provato tutti i metodi per far addormentare i bambini che mi capitavano a tiro dalla storia del coniglietto soporifero a rituali della buona notte quasi mistici. Prima salutiamo la luna, poi cantiamo Oh clair de la lune a cappella, quindi beviamo un bicchiere d’acqua non troppo fredda nel bicchiere viola pieno per metà e…

Ho letto gli stessi libri centinaia di migliaia di volte, alcuni stupendi, altri brutti ma entrati chissà perché nelle grazie di Piccolè. So recitare a memoria le 96 pagine di Frozen parola per parola (ed è pure scritto male). Ho portato 978 bicchieri d’acqua e 275 biberon di latte.

 

Non addormentare i bambini, ce la posso fare?

Ora che la bimba ha tre anni e sembra finalmente addormentarsi in un tempo ragionevole, mi dispiace Picinin ma tu dovrai arrangiarti da solo. Due coccole e poi “ciao”, mi dispiace, ma la mamma sull’addormentamento dei bambini ha già dato. La vita a volte è ingiusta con i secondogeniti. Ti prometto che giocheremo tantissimo e ci divertiremo un sacco, ma la nanna la farai da solo.

All’inizio il mio patto implicito con il bebè funzionava alla grande, ma sono due giorni che si addormenta – sempre da solo sì – ma a  mezzanotte e già la mia resistenza vacilla. Cederò? Non ce la posso fare a ricominciare da capo.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *