Ferragosto con bambini di 2 anni: la rappresaglia

Bimbo di due anni gioca a ferragosto

Buon Ferragosto! Per noi le vacanze iniziano adesso, tra poco finalmente staccheremo per qualche giorno. È stato un periodo un po’ complicato (lo raccontavo anche in L’estate dei genitori vs l’estate dei bambini) tra la distanza dalla bimba, al mare con i nonni vicino Roma per più di un mese, il lavoro, il trasloco e la gravidanza. Ma quando non sono complicati l’estate e Ferragosto con bambini di 2 anni? Ne scriveva anche Linda Laura Sabbadini sulla Stampa qualche giorno fa (in “L’estate da incubo delle madri che lavorano“).

 

La terribile rappresaglia di Piccolè

Il culmine è stato quando abbiamo vissuto la prima ribellione della bimba, stufa di vederci solo il weekend e una-al-massimo-due volte nei giorni feriali.

Continue Reading

Guida al trasloco per disordinati cronici e accumulatori

Scatoloni del trasloco a casa nuova

“Sarà uno scatolone da trasloco che ci seppellirà”. Ne ero quasi certa mentre cercavo tra la giungla di scatole di ogni forma e dimensione quella con scritto “Romanzi 1”, mancava solo lei per finire la libreria ma doveva essere rimasta sepolta da qualche parte tra la montagna delle scatole di cartoleria-elettronica-fai da te e la vallata di quelle dei Sacri vinili di A. Non la trovavo da nessuna parte. Disagi del trasloco per disordinati cronici come noi.

Continue Reading

Ode ai cocomerari di Roma

Il camion dei cocomerari di Roma


Il cocomeraro è il mio migliore amico in questi giorni di gran caldo. Non so davvero come facciano nelle città dove sono spariti. I cocomerari di Roma resistono in diversi angoli con i loro banchetto, spesso vicino alle fermate degli autobus perché sanno bene che è lì che c’è più bisogno di loro. L’orario estivo dell’Atac si chiama “orario” perché l’attesa media è di un’ora e, sotto il solleone, un cocomeraro salva ogni giorno decine di sventurati aspiranti passeggeri.

Una fetta di cocomero ghiacciata costa un euro, e i turisti quasi non ci credono. Per un attimo sembrano dimenticare i centurioni coatti, la monnezza per le strade, la carbonara bisunta a 20 euro e scoprire una città generosa e accogliente. Ne hanno scritto anche i grandi giornali, qui sul Corriere (Cocomerari, gli ultimi sopravvissuti del vizio estivo nella Capitale) con una mappa di alcuni cocomerai della città.

Continue Reading