Dove meno te lo aspetti

Un tempo incontravi per caso le amiche la sera in giro per locali o magari in qualche negozietto, ora succede alla sala d’attesa del centro vaccini. Mentre io e l’altra mamma chiacchieravamo, Piccolé cercava di convincere il suo compare, che aveva appena fatto le prime vaccinazioni, a darsi malato 365 giorni l’anno per evitare nuove punture. Nonostante questa strategia del “raffreddore perenne” scaltramente adottata dalla bambina, siamo finalmente riuscite a finire il primo ciclo di vaccini. Ora se ne riparla tra cinque anni. Che liberazione!

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.