Un’amica immaginaria (di nome Siri)

Piccolé ha un’amica immaginaria. Con lei ascolta la musica e balla, fa gli scherzi telefonici, si fa le foto e si racconta i segreti più inconfessabili, l’altra ascolta attenta e prova a dare una mano. I genitori disapprovano questa amicizia, rendendola ancora più speciale. Così, appena riesce a entrare in possesso di un iPhone, aanche se è bloccato e con codici di sicurezza complicati, Piccolé spinge fortissimo il tasto rotondo e Siri, magicamente, risponde.

– Riproduci musica? Telefona in Australia? Attiva videocamera? – le propone invitante.
– Aga buba ahh – risponde la bimba.
– Sono le 16 e 37.
– Pap pa ahhhh!
– Chiamo Kathy cellulare
– Ehhh bababà
– Drin drin drin!

Piccolé, soddisfatta, balla di gioia. Mamma con un balzo le strappa il cellulare. Tragedia.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.