In viaggio con bebè di 10 mesi: bici, aerei e passeggini

La bambina si conferma una grande viaggiatrice, è la mamma che riesce sempre meno a starle dietro. Del resto il viaggio con bebè di 10 mesi al seguito inizia ad essere un’avventura, tanto da farci rimpiangere come facilissime le prime esperienze di viaggi con neonati di due-tre mesi, quando ancora un po’ di latte e di coccole potevano risolvere ogni problema.

Viaggio con bebè di 10 mesi a piedi

Vuole buttarsi giù dal passeggino, venire in braccio, andare nel marsupio, tuffarsi nel passeggino, gattonare, provare a camminare spingendo il passeggino. Ci facciamo ancora lunghe passeggiate, ma più che rilassanti sono delle prove agonistiche. Per fortuna, dopo tanta attività, si stanca e si fa un pisolino.

Viaggio con bebè di 10 mesi in auto

La bambina ha fatto pace con la macchina, grazie anche al megaseggiolino rotante superaccessoriato extracomfort regalo dei nonni nordici. Ogni tanto si fa ancora qualche pianto, ma poi crolla addormentata.

Viaggio con bebè di 10 mesi in bici

È una ciclista appassionata, quest’estate si è fatta nel carrellino della bici del papà l’Olanda su e giù per chilometri e chilometri. L’importante è avere un biscotto anticrisi a portata di mano e diventa inarrestabile.

Viaggio con bebè di 10 mesi in tram, autobus e treno

Ama molto far conversazione con gli altri passeggeri e reggersi da sola ai sostegni come i grandi. Peccato, solo, che non le lascino leccare il finestrino, è così saporito!

Viaggio con bebè di 10 mesi in aereo

Può essere dottor Jekyll, prendere un po’ di latte al decollo, poi smangiucchiare polpette, leggere un libretto e farsi una dormitina, ma anche Mr (o meglio Miss) Hyde con cacche esplosive da cambiare sul tavolinetto mentre lo steward spiega le manovre di sicurezza, fughe a gattoni in prima classe – noblesse oblige – con le hostess che cercano di placcarla, sputacchiamento di pappe sui vicini addormentati, urla selvagge se si prova a calmarla. Unica nota positiva: è bastato un viaggio così e A. non parla più di portarla questo inverno in Nuova Zelanda… 36 ore di volo. Potremmo non sopravvivere.

Se ti è piaciuto questo articolo, commenta, chiedi, condividi! Il tuo parere è importante per me.

 

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.