Cose da fare prima che arrivi Piccolé

Cose da fare prima che arrivi Piccolé. Finora mi ero concentrata su idee pratiche e di buon senso sulla casa, il lavoro e la lontananza del papà. Poi ci siamo seduti a tavolino con A. e abbiamo pensato che potevamo fare molto di meglio. Ecco la nostra nuova to do list:

1 – Ronfare come ghiri tutto il weekend (d’accordo C e A)
2 – Andare al cinema più spesso possibile (C)
3 – Mangiare fuori tantissimo (A)
4 – Darci al tango (C, A rilancia con il rock’n’roll acrobatico facendo naufragare il progetto)
5 – Partecipare alla corsa dei tori a Pamplona (A)
6 – Provare il bunjee jumping (C, A mette il veto)
7 – Viaggiare in Iran o Bolivia (A, C mette il veto)
8 – Improvvisare, cambiare programma, sbagliare strada, fare tardi (C)
9 – Seguire tutte le tappe dei Pearl Jam in Italia e magari anche in Europa (A)
10 – Imparare a cucinare etiope o indiano, comunque speziatissimo (C)
10bis – Vedere gli All Blacks in Nuova Zelanda (A e C, il budget mette il veto)

Di cosa ci siamo scordati?


Questo post è stato pubblicato in origine sul blog 40 settimane (e mezzo). Reportage dalla mia gravidanza.

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

  1. Un rapido sondaggio tra le amiche mi porta ad aggiungere:
    Le uscite infrasettimanali (Jenny) e
    "Dormire taaaaaaanto, viaggiare a più non posso, fare tanto sesso, fare un po' di shopping PER TE E SOLO PER TE!!!! Coccolarti e viziarti! perché poi il coccolato e viziato sarà qualcun altro! :)" (Elisa),
    Debora spinge invece per togliere il veto dal viaggio in Bolivia, ma siccome non ho ferie fino alla maternità e vorrei lavorare fino al nono mese io, almeno per il momento, lo tengo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.